Now You See Me – I maghi del crimine: il fascino del trucco

i maghi del crimine Non c’è dubbio che ‘I maghi del crimine’ sia un film spettacolare e divertente e non è un caso che negli Stati Uniti abbia registrato incassi di tutto rispetto anche in presenza di concorrenti a dir poco “ingombranti” (‘Fast & Furious’, ‘Una notte da leoni 3’).

Il regista Louis Leterrier, abituato a imprese titaniche e superpoteri, maneggia agevolmente lo script di Ed Solomon, Boaz Yakin e Edward Ricourt, e dà vita ad un movimentato thriller ambientato nel mondo dell’illusionismo e della magia.

Tematiche non nuove ma alle quali il regista francese riesce a dare nuova linfa e vigore mescolando i generi (commedia noir, action movie, thriller) e puntando su ritmi sostenuti e effetti visivi di grande impatto curati da Nicholas Brooks, vero e proprio maestro della materia.

 

i maghi del crimine

La prima parte delle circa due ore di pellicola è serrata e densa di battute comiche e scene esilaranti, mentre è leggermente meno efficace la seconda parte che risulta un po’ convulsa e che paga lo scotto di dover “tirare le fila” e sciogliere la suspense creata.

Fatta eccezione per qualche divagazione esoterica e l’inevitabile (?) intreccio romantico, il film si mantiene comunque all’altezza fino in fondo e regala colpi di scena e coerenza narrativa.

Merito anche di un cast a molto ben assortito che ha funzionato da forte richiamo: il giovane e lanciato Jesse Eisenberg, il gettonato Mark Buffalo, la star nascente Mélanie Laurent, il camaleontico Woody Harrelson, la bella e brava Isla Fisher e – come se non bastasse – i due veterani Morgan Freeman e Michael Caine che partecipano con la consueta classe alle gesta dei giovani colleghi.

Il pubblico è dunque invitato ad entrare nel gioco, a lasciarsi illudere e sorprendere e a godersi lo spettacolo dell’affascinante e seducente regno della magia… e del crimine.

 

Uscita italiana del film: 11 luglio 2013

 

Paolo Piccioli